Corso di mindfulness interaziendale

Corso di mindfulness interaziendale

Ho concluso da pochi giorni il corso di mindfulness e meditazione in collaborazione con AGSG Milano.

In un corso interaziendale i partecipanti provengono da diverse aziende, sperimentano realtà aziendali in fase di grande cambiamento oppure il loro ruolo all’interno dell’azienda è in trasformazione, oppure ancora vivono tensioni nel gestire la vita privata con quella lavorativa. Insomma, i problemi che tutti noi conosciamo o abbiamo realmente provato al lavoro sono simili.

Ma cosa può fare la differenza e cosa può farci stare meglio?

 

Il modo in cui noi affrontiamo le situazioni, le relazioni e gli aspetti problematici. Se affrontiamo le situazioni difficili con consapevolezza, se riusciamo a mettere in pratica la gentilezza, la compassione e l’equanimità con autenticità possiamo fare la differenza e sentirci meglio, più in equilibrio e stabili.

Il lavoro occupa gran parte della nostra giornata e occupa un posto importante nella nostra sfera identitaria.  Riuscire a vivere bene questa parte della nostra vita è importante e se ci riusciamo staremo bene noi e anche le persone che ci circondano.

Poter avere un tempo per “staccare la spina” e concentrarsi su di sé, pensare e sentire quello che stiamo vivendo è un primo passo verso il benessere nostro e dell’azienda in cui lavoriamo. Il corso offre l’occasione per iniziare a praticare e per confrontarsi con persone di realtà diverse che ci possono offrire spunti di riflessione interessanti.

Rientrare in ufficio e prima di rispondere sgarbatamente al collega fermarci e sapere cosa fare per non alimentare un circuito di litigi e tensioni; fermarci, respirare e tornare al momento presente quando siamo preda di pensieri che ci portano verso ciò che dovremo fare domani, dopodomani e dopodomani ancora; non alimentare la rabbia e cercare di portare armonia; questi e altri spunti possono aiutarci a vivere meglio l’ambiente di lavoro.

Tralascio i benefici che un’azienda può riscontrare in seguito all’introduzione di percorsi di questo tipo perché mi sembrano scontati. Oggi le aziende più innovative e produttive si occupano del benessere dei propri dipendenti.

Personalmente penso che oltre alla produttività sia necessario e eticamente corretto pensare a chi lavora e chi operativamente ogni giorno si impegna nel proprio lavoro e che sia utile fornire alle persone strumenti di supporto tecnico ma soprattutto psicologico, e quando ciò avviene anche le aziende ne traggono enormi vantaggi.

E la tua azienda, come pensa ai dipendenti? E tu, cosa fai per stare bene al lavoro?

 

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Telefono: +39 340 2374939
Via Gian Battista Bazzoni, 12
20123 Milano